Il bilancio di 18 mesi di lavoro

25 maggio 2018

“Sud e coesione, sostenere la ripresa”

“Un anno e mezzo di impegno al massimo, faticoso ma anche emozionante. Per me, professore di economia, una straordinaria esperienza di ascolto dei problemi e delle speranze del Mezzogiorno d'Italia e delle altre aree in difficoltà del nostro Paese, per costruire insieme le risposte necessarie ad aprire finalmente per tutte loro una nuova fase di sviluppo economico e sociale. Sarei presuntuoso se dicessi che la missione è compiuta: troppe e troppo profonde le ferite prodotte da decenni di stagnazione e dai contraccolpi di una crisi lunga e pesante come quella del 2008-13. Ma ci sono oggi segnali di ripresa che tutti gli indicatori sottolineano. Lascio quindi l’incarico di Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno con la coscienza a posto. Al Governo che subentra il compito di non buttare a mare quanto fin qui fatto e, anzi, di portarlo avanti. I cittadini del Sud e di tutto il nostro Paese lo meritano”.

I principali provvedimenti:

  1. Il primo passo: l’impostazione del Masterplan
  2. I Patti per il Sud
  3. I contratti istituzionali di sviluppo: Taranto, Matera, Abruzzo
  4. Il risanamento e la rigenerazione urbana di Bagnoli
  5. Il credito d’imposta per investimenti al Sud 
  6. Decontribuzione nuovi assunti a tempo indeterminato nel Mezzogiorno 
  7. Resto al Sud
  8. Banca delle terre
  9. Zone economiche speciali 
  10. Il Fondo per la crescita dimensionale delle imprese nel Mezzogiorno
De Vincenti
Torna all'inizio del contenuto