Incontro a Bruxelles con Corina Cretu

25 luglio 2018

Un incontro cordiale nel corso del quale sono stati esaminati ritardi e criticitàUn incontro cordiale nel corso del quale sono stati esaminati ritardi e criticità sulle politiche di coesione in Italia e per gettare le basi in vista della nuova programmazione 2021/2027 dei fondi strutturali europei. Questo in sintesi l’esito del confronto avvenuto a Bruxelles tra la ministra per il Sud Barbara Lezzi e la commissaria Ue per la politica regionale, Corina Cretu. Se da un lato la commissaria, pur tenendo conto del recente insediamento del nuovo governo, ha chiesto rassicurazioni sull'utilizzo dei fondi europei, ha apprezzato anche lo schema di cooperazione rafforzata con le Regioni, avviato con l’accordo siglato con la regione Sicilia e che sarà esteso a tutte le altre regioni in difficoltà, con l’obiettivo di non perdere i fondi già assegnati. Per il futuro, ovvero la riforma della politica di coesione per il post 2020, la ministra Lezzi ha chiesto che l'Italia non venga punita a causa dei ritardi ereditati.
Dall’incontro è scaturita la disponibilità della Commissaria a collaborare per sostenere gli enti locali e regionali del Sud a migliorare l'uso dei fondi Ue a loro disposizione, disponibilità sancita dalla firma, da parte della commissaria, dell'accordo di cooperazione rafforzata per la Regione Sicilia, per assicurare l'accelerazione e la qualità della spesa dei fondi della politica di coesione

barbara Lezzi , Cretu , Bruxelles
Torna all'inizio del contenuto