Dl Sud, De Vincenti: Con il Parlamento si è lavorato per l'interesse generale

22 febbraio 2017

“Ringrazio il Parlamento perché abbiamo lavorato insieme per l'interesse generale e lo si è fatto in modo particolarmente costruttivo, anche da parte di chi, mi fa piacere rilevarlo, ha votato contro o si è astenuto”. Così il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti commenta il via libera del Senato alla conversione del decreto cosiddetto Mezzogiorno che, a questo punto, è legge. “Al fondo- osserva ancora - c’è stata infatti la consapevolezza comune di un provvedimento utile a risolvere alcune situazioni critiche e dunque molto atteso. Non a caso il Governo non è stato costretto a mettere la fiducia. Di questo ringrazio deputati e senatori che, ognuno secondo le proprie convinzioni e collocazioni politiche, hanno comunque consentito di migliorare il testo e di chiudere l’iter nei tempi previsti, senza contrapposizioni pretestuose”. “Il dl – conclude De Vincenti – affronta sì questioni specifiche, ma che hanno un respiro nazionale e rappresenta un tassello importante di quella nuova politica per il Meridione inaugurata dal Governo Renzi e portata avanti con convinzione dal Governo Gentiloni che ha nel Masterplan e nei Patti gli assi portanti”.

Torna all'inizio del contenuto